Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for giugno 2010

Ma proviamo ad essere onesti. Non è forse vero che se  nei buffet di un aperitivo o di qualche cena,  dovessero esserci i vol au vent ne facciamo sempre una bella scorta? Sarà che per caso, vista la quantità che abbiamo nel piatto, ci piacciono? E allora, visto che questi cestini di pasta sfoglia non sono poi una merce così rara, PERCHE’ NON CE LI FACCIAMO A CASA LONTANI DA OCCHI INDISCRETI!!?

.

Eccone una facile, gustosa e veloce versione:

20 vol au vent

250 g di patate

2 cucchiaiate di capperi

1 mazzetto di menta

200 g di tonno sott’olio

50 g di olive denocciolate

4 cucchiaiate di mayonese

.

Sbollentare le patate in acqua salata. Appena saranno ben cotte farle raffreddare un po e pelarle mentre sono ancora tiepide. Dissalare i capperi mettendoli per circa mezz’ora in acqua fredda e nel frattempo tagliuzzare le patate lesse.

.

Trasferire tutto in un mixer (patate, mayonese, olive, capperi, menta e tonno). Aggiustare di sale e pepe e frullare per qualche minuto fino ad ottenere un composto omogeneo (se dovesse risultare troppo compatto, aggiungere ancora mayonese). A questo punto riempire i vol au vent con un cucchiaino o con la sac a poche e guarnire con dei semi di papavero.

.

Annunci

Read Full Post »

.

Per anni ho fatto parte di quella maggioranza di donne che di calcio non solo non ne capisce niente ma neanche gliene frega… Finchè non mi sono imbattuta in lui, L’Assaggiatore Ufficiale, che non solo di calcio ne capisce ma gli piace pure parecchio!

Ed eccomi dunque allo stadio, in Curva Nord, a tifare Palermo (e quale altra squadra altrimenti?); a scommettere sulla vincitrice del mondiale; ad ammirare il goal fra i pali su punizione del Signor Del Piero; ad attendere le ultime esternazioni di The Special One (chi? José Mário dos Santos Félix Mourinho, naturalmente); ad indignarmi perchè Lippi non porterà Miccoli in SudAfrica e a stupirmi per le azioni di Loria, difensore con il vizio del goal, che (anni fa) ci ha fatto fare un sacco di punti al Fantacalcio…

La cosa buffa è che in questo vortice pericoloso non sono caduta solo io ma, in modo più marginale e moderato, anche i miei amici di sempre: Il Cuoco e L’Assaggiatrice Ufficiale!

Sicché il 14 sera Il Cuoco ospiterà a casa sua la visione della partita dell’Italia (that’s amicizia!) e fra i vari finger food da mettere in tavola per la combriccola riunita davanti alla tv a tifare azzurri ci saranno anche dei collaudatissimi Panini all’olio con pesto di rucola e lombata.

_

_

Per i panini

250 g farina oo

250 g farina manitoba

250 g di latte

90 g di olio

40 g di zucchero

12 g di sale

1 cubetto di lievito di birra

Per il pesto

100 g di rucola

2 cucchiai di Parmigiano Reggiano

una manciata di mandorle

il succo di mezzo limone

un pizzico di sale

una manciata di pepe bianco

olio evo (un “filo” abbondante e generoso)

_

Miscelare le farine e lo zucchero in una ciotola capiente; sciogliere il lievito nel latte tiepido e aggiungerlo gradualmente alla miscela di polveri. Impastare energicamente, aggiungere il sale e, quando il composto comincia ad incordare,  l’olio. Continuare ad impastare sino a completo assorbimento.

Lasciar lievitare, ben coperto,  il composto così ottenuto per circa due ore quindi sgonfiare la pasta su una spianatoia leggermente infarinata.

Comporre tante palline da circa 30 g ciascuna, disporle sulla teglia precedentemente oleata e lasciar lievitare sino al raddoppio del volume. Spennellare i panini crudi con olio d’oliva ed infornare a 200° per 15 minuti circa._

Preparare il pesto di rucola frullando  a crudo tutti gli ingredienti; assaggiare e aggiustare di sale e pepe.

A questo punto farcire i panini con con il pesto ed una fetta di lombata.

_

_

In extremis, con questo post, partecipiamo al contest de La cucina di qb dal titolo “Il panino con la coppa“.




Read Full Post »

Non per essere autocelebrativi ma questa qui è davvero una chicca golosa!

Perfetta con i formaggi stagionati, con una tagliata di tonno, con un arrosto di maiale, come ripieno per dei cestini di pastafrolla… insomma, versatile e molto molto buona.

.

,

Composta di cipolle

1 kg di cipolle

200 ml di aceto

300 g di zucchero

50 g di uvetta

olio evo

,

Sbucciare ed affettare le cipolle;  in una casseruola far scaldare un filo d’olio ed aggiungere le cipolle e l’uvetta. Quando le cipolle si saranno appassite aggiungere lo zucchero e l’aceto; salare, pepare e lasciar cuocere  mescolando di tanto in tanto finchè il tutto non si sarà addensato.

Versare la composta bollente in vasetti di vetro sterilizzati con chiusura ermetica; tapparli e capovolgerli per qualche minuto.

.



Read Full Post »

… basta poco, che ce vo’?

Bhe, tempo e pazienza!!!

Ma il risultato del lavoro è una polverina magica dall’aroma intenso, dal profumo strepitoso che dona ai piatti quel sapore in più.

Gli impieghi sono dei più svariati: nelle creme dolci, nelle salsine per condire il pesce e/o la carne, nei risotti, nell’insalata, nelle torte e nella macedonia…

.

.

La lista degli ingredienti è quasi inesistente: tanti limoni assolutamente biologici.

Lavare i limoni e, con l’ausilio di un pelapatate, privarli della scorza facendo ben attenzione a non prelevare la parte bianca amarognola. Distribuire le scorze uniformerete  su una placca da forno ed infornarle ad una temperatura di 80° per circa 3-4 ore o comunque finché non risultino ben secche e dure ( ma non bruciate!). Farle raffreddare completamente e macinarle; conservare la polvere così ottenuta ed usarla per rifinire le vostre preparazioni.

.

Read Full Post »

Udite! Udite!

Dichiariamo aperta la stagione delle melanzane!

Nel maremagnum delle ricette siciliane e non  che ne prevedono l’utilizzo, per togliere di mezzo l’imbarazzo della scelta, ci siamo affidati alla sorte… e quindi, dopo regolare sorteggio, hanno vinto le polpette di melanzane!!!

.

Ingredienti:

1 kg di melanzane

150 g di pangrattato

1 uovo

100 g di formaggio grattuggiato (caciocavallo o grana)

50 g di scamorza affumicata

1 bel mazzetto di menta

1/2 spicchio d’aglio tritato molto finemente ( se ve la sentite)

sale, pepe q.b.

olio per friggere

.

.

Tagliare le melanzane a pezzettoni e farle sbollentare in pochissima acqua per circa 20 minuti oppure, cuocerle al microonde per una decina di minuti.Una volta cotte, scolarle e farle raffreddare in uno scolapasta. Appena sono fredde strizzarle per bene e trasferirle in un recipiente. Schiacciare grossolanamente con i rebbi di una forchetta.

.

.

Aggiungere l’uovo, il formaggio grattugiato e la scamorza tritata, la menta e, se vi piace, l’aglio. Aggiustare di sale e pepe ed impastare bene. Infine aggiungere il pangrattato e continuare ad impastare   finché non è tutto ben amalgamato. Dare forma alle polpette, tuffarle in olio bollente e cuocerle  finché non si sarà formata un bella crosticina. Trasferirle su carta assorbente e servirle tiepide, magari accompagnate da dei pomodorini scottati in padella con olio e aglio.

.

Con queste polpettine partecipiamo alla raccolta di Nanny dal titolo “Il cibo in un boccone

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: