Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘panna’

Buono, simile al gelato, facilissimo e veloce da preparare, il semifreddo è uno di quei dolci che, servito a fine pasto come dessert, ti fa fare sempre una gran bella figura!!

Se poi son giorni caldi in cui lo scirocco soffia impetuoso senza dar tregua è davvero l’unica alternativa per un dolcetto home made che riscuota successo da portare ad una cena.

Questo in particolare è sublime (si capisce che è il nostro preferito??) ed è una variate del noto semifreddo alle mandorle tipico della cucina palermitana ma ormai esportato ed apprezzato ovunque.

.

.

Semifreddo al pistacchio

500 ml di panna fresca

200 g di zucchero

150 g di pistacchi

4 uova

2 cucchiai da the di pasta di pistacchi di Bronte

200 g di cioccolato al 70%

acqua qb

.

.

Tritare grossolanamente i pistacchi e caramellarli con metà dello zucchero. Montare la panna e riporla in frigo.

Separare i tuorli dagli albumi e montarli con lo zucchero rimasto sino a che non diventano spumosi; montare gli albumi a neve ferma ed aggiungerli poi ai tuorli mescolando delicatamente dal basso verso l’alto. Aggiungere dunque la pasta di pistacchi ed incorporare la panna montata, avendo sempre l’accortezza di mescolare dal basso verso l’alto. Infine molto delicatamente unire  dei pistacchi caramellati.

Distribuire sul fondo di stampini monoporzione (o in uno stampo da plumcake) rivestiti di pellicola i rimanenti pistacchi caramellati, versare in ciascuno di essi il composto e riporre in freezer per 12 ore.

.

.

Mezz’ora prima di portare in tavola spostare il dolce in frigo; servire il semifreddo accompagnandolo con una salsa ottenuta facendo fondere a bagnomaria il cioccolato con un paio di cucchiai d’acqua.

.

.

Con questo semifreddo al pistacchio partecipiamo al contest di Malù dal titolo “Fresche dolcezze d’estate

.

Read Full Post »

L’input fu un pranzo della domenica fra amici…E si sa, ogni pranzo che si rispetti deve concludersi con un dolce!

“Ma che dolce?” era la domanda

“Una torta al cioccolato, ripiena di cioccolato e ricoperta di cioccolato” fu la risposta!!!

,

,

Per la base del dolce è stata scelta  una torta molto versatile, leggera, povera di grassi (ho letto che una porzione pari a 1/12 dell’intera torta equivale a circa 180 calorie) poiché non prevede l’utilizzo di uova e burro  ma che nonostante ciò è estremamente gustosa!

Il suo nome è Bilbolbul e deriva da uno storico personaggio del Corriere dei piccoli creato da Attilio Mussino nel 1908; la ricetta è presente nel celeberrimo“Talismano della Felicità” di Ada Boni dal quale abbiamo attinto anche per ricetta della crema prince che è servita per farcire e ricoprire la torta.

,

,

Per la torta

250 g di farina

200 g di zucchero

100 g di cacao amaro in polvere

2 g di cannella in polvere

4 g di bicarbonato di sodio

300 ml di latte

una bustina di lievito per dolci

burro per ungere la teglia

pangrattato finissimo

,

Per la crema prince

300 g di cioccolato fondente

500 ml di panna

,

,

Mettere in una terrina tutti gli ingredienti in polvere e diluire con il latte amalgamando con l’ausilio di un cucchiaio di legno fino ad avere un composto liscio e vellutato come una crema. Senza lavorare troppo l’impasto travasarlo in una teglia a bordi alti, di circa 20 cm di diametro, imburrata e poi spolverizzata di pan grattato finissimo. Disporre la teglia in forno piuttosto caldo (200°/250°) e lasciar cuocere per circa mezz’ora. La torta non deve asciugarsi troppo, pur essendo ben cotta deve mantenere una certa morbidezza.

Mentre la torta è in forno, preparare la crema.

Spezzettare il cioccolato e metterlo in una casseruola bagnandolo con la panna; far sciogliere il cioccolato a fuoco debolissimo mescolando con un cucchiaio di legno. Quando il cioccolato sarà perfettamente sciolto, travasare il composto in una terrina e lasciarlo raffreddare del tutto. Successivamente montarlo con le fruste finche la crema non sarà leggera e ben montata.

Tenuta in frigo questa crema indurisce sensibilmente.

Con la lama di un lungo coltello dividere la torta in due dischi; sul piatto da portata mettere il disco inferiore con la parte interna verso l’alto e spalmare con circa metà della crema preparata. Ricomporre la torta come se fosse intera e spalmare la superficie ed i bordi con la restante crema.

,

Con questo dolce partecipiamo alla raccolta di dEleciouSly dal titolo “...da lEccarSi le dita!


Read Full Post »

E voi sareste stati in grado di resistere a questi allegri fruttini?

Io no! Non sono stato in grado  di abbandonarli al mercato considerato anche il fatto che a Palermo lamponi e mirtilli sono davvero una rarità, anzi credo proprio che quel giorno siano arrivati per sbaglio…

Le idee su come utilizzarli si sono affastellate numerose e quindi  nell’indecisione ho preferito andare sul sicuro…

DSCN6893

Per la torta

1 pandispagna

400 gr di frutti di bosco misti

200 gr di fragoline di bosco

1 bustina di gelatina per dolci

500 ml di panna

Per il pandispagna

3 uova

150 gr di amido

100 gr di zucchero

1 bustina di lievito vanigliato

Scorza grattugiata di 1 limone

Montare a neve ferma gli albumi e tenerli da parte in frigo. Sbattere i tuorli con lo zucchero e la scorza di limone grattugiata, incorporare delicatamente gli albumi ed infine setacciare a poco a poco l’amido. Unire in ultimo il lievito ed infornare a 180° per 15 minuti circa.

Per la crema

400 ml di latte

4 cucchiai di amido

2 cucchiai di zucchero

2 tuorli

1 baccello di vaniglia

300 ml di panna

DSCN8129

Miscelare insieme zucchero e amido e stemperare con un po’ di latte fino a formare una cremina senza grumi. Aggiungere i tuorli e sempre mescolando unire il resto del  latte. Aggiungere in ultimo la vaniglia e mettere sul fuoco finché il tutto non si addensa. Una volta fredda, la crema sarà abbastanza dura ma non preoccupatevi perché la dovrete prima passare al setaccio e poi  mescolare con 300 ml di panna montata e zuccherata. Tagliare in due dischi il pandispagna ed inzuppateli con uno sciroppo che avrete preparato mettendo a scaldare 300 ml d’acqua, 2 cucchiai di zucchero e la scorza di un limone. Tolto dal fuoco lo sciroppo, aggiungere mezzo bicchiere di limoncello. Farcire con la crema il primo disco e cospargere con le fragoline. Adagiare il secondo disco e spalmare altra crema.

DSCN8113

Preparare, seguendo le istruzioni, la gelatina utilizzando però 50 ml d’acqua in più di quella prevista dalle dosi. Una volta pronta fatela intiepidire ed aggiungere i frutti di bosco. Mescolare bene e cospargere la frutta sopra la torta. Guarnire i bordi della torta con la restante panna montata.

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: