Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for marzo 2010

È da quando ho visto questo post qui che mi ripeto che anche io devo provare a farlo ma…fra il dire ed il fare…è passato un bel po’ di tempo!!

Alla fine, seguendo le indicazioni di Paoletta, mi sono cimentata ed il risultato mi ha soddisfatta parecchio nonostante non abbia usato il latte crudo come lei consigliava perché non ho la possibilità di recuperarlo agevolmente; qui c’è la mappa dei distributori in Italia…magari voi ne avete uno ad un tiro di schioppo da casa vostra!

Yougurt home made

1 lt di latte intero freschissimo

2 cucchiai di yogurt bianco e intero (ho usato il coop bianco come indicato nel post originale)

Versare il latte in una pentola d’acciaio e portarlo a bollore a fuoco molto dolce; lasciar sobbollire per un paio di minuti (il tempo che si formi la panna e si alzi sino a raggiungere il bordo della pentola) e poi togliere dal fuoco.

Eliminare con un cucchiaio la panna, coprire la pentola e lasciar raffreddare il latte.

La temperatura ideale del latte dovrebbe essere 38° max 40° quindi se si è dotati di termometro la cosa è abbastanza semplice…diversamente, ci si può regolare mettendo un dito nel latte e se si resiste contando sino a 10…è alla giusta temperatura!

Adesso versare nella ciotola 2 cucchiai di yogurt ed aggiungere 5-6 di latte filtrandolo con l’aiuto di un colino; mescolare con cura in modo tale che non ci siano grumi.

Accendere il forno alla temperatura di 50°, contare sino a 60 e spegnerlo (il forno deve solo intiepidirsi); aggiungere lentamente il resto del latte avendo cura di mescolare bene. Coprire il contenitore con il coperchio ermetico, avvolgerlo in una coperta di pile e riporlo nel forno.

Attendere 6-8 ore e controllare che il liquido all’interno del contenitore sia ben compatto e sodo (diversamente lasciarlo riposare dentro il forno chiuso un altro paio d’ore)…lo yogurt è pronto e va trasferito immediatamente in frigo.

A questo punto non resta che mangiarlo…così al naturale oppure con quello che più ci fa gola! Io l’ho aromatizzato aggiungendo un po’ di marmellata di fichi…anche questa home made!!

Si conserva per circa 15 giorni ma per prepararne altro, partendo da un paio di cucchiaiate del nostro, è meglio farlo dopo 4 giorni.

Read Full Post »

dalla manifestazione del “popolo dell’amore” ( Roma, 20 Marzo 2010).

Noi di “Un Filo d’Olio” siamo indignati…e speriamo di non essere i soli.

Le foto sono recuperate da internet

Read Full Post »

Ma quanto siamo patriottici oggi…

Abbiamo assemblato questo piatto semplicemente  prendendo degli ingredienti simbolo da ogni parte della nostra Italia:  del profumatissimo pesto dalla Liguria, delle straordinarie mozzarelline di bufala campana e dei saporitissimi  pomodorini semi disidratati delle nostre isole… e così è nato questo tricolore di sapori.

Certo, parlare di ricetta è un pò sfacciato… ma, se diciamo che è un suggerimento per una rivisitazione della più nota caprese? Che ne dite?

Se rimediate :

400 gr di mozzarelline

150 gr di pesto genovese

150 gr di pomodorini semi disidratati

perchè non ci provate? E’ perfetto come antipasto e, con un calice di buon vino, come aperitivo non è niente male.

.

In zona Cesarini, partecipiamo con questo post alla raccolta de L’eco del mondo dal titolo “Raccolta mondiale”.

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: